Glass Up

L’AZIENDA GLASS UP SARA’ PRESENTE A “RICOMINCIO DA ME – IDEE, PROGETTI, OPPORTUNITA’ ” ALLO STORICO FORO BOARIO DI MODENA IL 19 E 20 OTTOBRE 

glassupIl mondo tech e le nuove tecnologie sono in continua evoluzione. E’ in questo contesto che si inserisce Glass Up, importante start up modenese che parteciperà alla manifestazione “Ricomincio da me – Idee, progetti e opportunità ” che si svolgerà all’interno del Foro Boario di Modena il 19 e 20 ottobre prossimi, con l’organizzazione dell’Associazione Viceversa.

Glass Up, azienda con sede legale a Modena con base fra Marghera e Padova uscirà in commercio nel 2014 con una idea innovativa: occhiali multimediali per la realtà aumentata. L’avventura di Glass Up nasce due anni fa dal progetto di un gruppo di ricercatori e imprenditori italiani capitanato da Francesco Giartosio, che annovera nel team di sviluppo due nomi di punta come Gianluigi Tregnaghi (esperto di tecnologie ottiche, in passato ha lavorato a elmetti d’avanguardia per l’aeronautica) e Andrea Tellatin (che ha lavorato a I’m Watch). Gli ideatori del progetto hanno trasformato un paio d’occhiali in un dispositivo simile agli attuali smartphone. Occhiali con uno schermo integrato in una lente, collegati al cellulare tramite Bluetooth e compatibili con Android e iOs tramite i quali è possibile leggere news, visitare i social network, avere informazioni su strade e monumenti, e farsi indicare la strada dal navigatore gps. Un progetto che ha colpito l’attenzione di un competitor d’eccellenza: Google anch’egli sul mercato con un prodotto simile. Ma con qualche differenza sostanziale. GlassUp presenta un’interfaccia monocromatica, posizionando le informazioni grosso modo al centro della visuale. Invece di avere un piccolo display posizionato a un angolo di una lente, GlassUp presentainformazioni in sovraimpressione più verso il centro della visuale, elementi testuali e grafici talmente essenziali da non creare intralcio, un po’ come i sottotitoli di un film in lingua originale.

GlassUp è semplice da utilizzare gli occhiali sono costituiti solo da un paio di lenti, una montatura, un sistema ottico che proietta le informazioni testuali sulle lenti e di un minuscolo touchpad su un’asticella. Non è prevista alcuna telecamera. GlassUp potrà essere utilizzato per avere informazioni in tempo reale su alcuni luoghi di interesse inquadrati dagli occhiali, e potrà interfacciarsi con altri dispositivi mobile (il tuo smartphone ad esempio) tramite bluetooth, spalancando un orizzonte piuttosto vasto di possibilità.

Rispetto a Google Glass, GlassUp avranno un costo molto più contenuto (399 dollari), promettono un’autonomia di carica più elevata (150 ore in standby, 8 ore in attività) e un design più attento alle esigenze estetiche degli utenti (sembrano effettivamente degli occhiali).

www.glassup.net

TOP
Seguici

Ricevi nella tua casella email tutti i post che verranno pubblicati.

Unisciti agli altri: